.
Annunci online

Polvere
°° Polvere.. soffiami via.. °°
sentimenti
2 luglio 2018
un sassolino
Ho pensato a come i rapporti cambiano.
A come un sassolino che inizia a rotolare piano piano inizia a crescere alimentato da tutti quei silenzi e incomprensioni. 

A volte ritornano in mente le risate, gli abbracci... le nostre cose. 

Poi ripenso a quanto male ci siamo fatti. A tutte le volte che ci siamo distrutti con le parole; a come comunque ritornavamo in piedi con la voglia di andare avanti. Ritornano in mente momenti che avevo messo da parte e mi fanno male.
Mi fa male ripensarti e ripensarci in quel modo.
Mi fa male tremendamente pensare a cosa siamo stati e a tutte le cose condivise; 
il tempo che abbiamo trascorso insieme e a come ti ho voluto bene.

Mi rivedo oggi una persona diversa in meglio che grazie anche a te è cresciuta ed è diventata la persona che sono oggi.
Ascoltare la musica, quella che mi hai fatto conoscere tu e che mi completa le giornate, nasconde dietro ad ogni accordo quello che siamo stati. 
A volte vorrei fare finta di niente e riesco a non pensarci.
Alle volte, come stasera, i ricordi affollano la mente e mi rendono triste... consapevole che le cose e i rapporti cambiamo e ricomincio ad odiare quel momento in cui quel sassolino è iniziato a rotolare e ci ha fatto allontanare.

Comunque il bene è ancora qua.



permalink | inviato da Polvere il 2/7/2018 alle 9:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 maggio 2018
03 maggio
acqua che scorre è scivola e non si arresta, ormai le parole sono esplose al di fuori di ogni mio schema. mi ritrovo più sola di quanto non lo fossi realmente mai stata fino a questo esatto momento. il mento che trema mi ricorda che il tempo passa, nonostante tutto. trattenere il fiato con le dita strette, attorno al collo, durante il racconto di una storia da bambini. capire che pace non c'è, non mi è mai stata riservata. trovare conforto in qualche riga scritta. vorrei poterle urlare e che il foglio, amico silenzioso e casto, potesse poi vonitarmele addosso. alcuna pietà vorrei riservati, nessun pensiero o azione compassionevole. il gesto distratto del bere un caffè. insieme mi sentivo sola. ma in realtà sola non lo sono sempre stata. mi sono sentita realmente amata e auguro a tutti di aver vissuto almeno un secondo di quella vita vissuta assieme.
i ricordi ritornano sulle punte delle dita dei piedi, il mio sguardo si poggia nuovamente su quelle lunghe tende che si lasciavano accarezzare dal vento di quella finestra socchiusa. le braccia mi leggevano forte assieme a quella gambe e le risa faticano a trattenere. 
sono sempre capace di rovinare tutto e di non accontentarmi mai.
non credevo di potermi sentire sola così tanto fino a che non sono arrivata a questo esatto momento.



permalink | inviato da Polvere il 2/5/2018 alle 21:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 maggio 2018
lo credi davvero
passi le dita nella carne
sai che ogni passo che ci sarà, sarà solo la brutta copia di quello precedente 
vuoi rompere i ricordi e cancellare quelle mani
ogni giorno che passa ritorni ad essere sempre più quella bambina spaventata 
dita ti accarezzano la pelle bianca
labbra mordono e denti affondano 
passi le dita nella carne
credi di poter dimenticare, lo credi davvero.



permalink | inviato da Polvere il 1/5/2018 alle 20:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 maggio 2018
non saprei
mi ritrovo nuovamente con la faccia al muro
cercando tra le solite note ciò che riesce a farmi venire fuori il marcio
ed eccomi nuovamente qui con la faccia contro la parete fredda
a chiedermi se veramente io non stia percorrendo un labirinto in cerchio.
non ho perso la speranza di perdermi nuovamente e di ritrovarmi qui ad un passo da me stessa, più vicina di quanto non lo sia già stata in passato.
ogni parole risuona dentro la mia testa come la solita barzelletta che non fa ridere.
e mi ritrovo seduta su di un letto sfondato da me assieme a lui
e mi ritrovo con la schiena vicino ad un cuscino che immagino essere comodo 
i pensieri si sono intrecciati in modo confuso ai miei capelli mi rendono pesante ogni sospiro 
vorrei poter ballare in mezzo a questa stanza 
vorrei poter cantare questa canzone che non conosco e sentirmi nuovamente libera di fare.
dove è che sbaglio sempre?! 
direi nell' esatto momento in cui mi ripeto di non sbagliare..  no, almeno questa volta no..
non sbagliare 
e mi ritrovo nuovamente a vivere nello sbagliato delle mie scelte frettolose e senza logica
sarò sempre io quella che alza la mano nel bel mezzo del nulla per fare l'intervento sbagliato
e sarò sempre io quella persona che si ritrova a sentirsi persa nelle proprie scelte 
sarò nuovamente io.




permalink | inviato da Polvere il 1/5/2018 alle 19:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
10 aprile 2018
di nuovo
Scorrono i pensieri come nuvole oggi. Cerco di trasmettere gli stimoli nervosi a questa mano e di scrivere di getto ciò che mi viene.
Vorrei essere, spero di diventare.. speranze che leggo con gli occhi sulle parole scritte da qualcun altro. Ho la necessità, ancora una volta, di ritrovarmi. Mi sento nuovamente sotto un peso morto che sono io. Cerco di non essere come sono e inciampo sempre nei miei stessi errori. 
Mi circondo di pensieri positivi. Devo essere leggera, come la polvere.



permalink | inviato da Polvere il 10/4/2018 alle 12:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 51109 volte

Polvere..
..se soffi su di me, sarò in grado di volare..




°° Sei bellissima nella tua disarmante semplicità °°
[ Il 20 dicembre tutto è cambiato ]
...

  
E mi stringo fra le braccia,
nell'attesa che le Tue mi stringano a Te #
Per Sempre